Peperoncino a piacere con Michela Piazza e Pamela Boiocchi.

Credo di aver intervistato “le peperoncine”, ovvero Michela Piazza e Pamela Boiocchi, già diverse volte, nel corso di questi anni, per le occasioni più svariate, ma mai come adesso penso che questa chiacchierata sia interessante e utile a farvi conoscere due scrittrici che hanno fatto di un ingrediente come il peperoncino un vero e proprio stile di vita, sia in cucina che in uno studio per scrivere sulla tastiera di un computer. Infatti, loro si distinguono da altre scrittrici perché sanno abbinare molto bene una razionale dose di creatività a un'allegra manciata di spontaneità, aggiungendo sempre quel pizzico di piccante che non guasta mai alle storie che mettono in forno per poi estrapolarne il meglio per gli onnivori di libri.

Scrittrici, artiste, lettrici, amiche e piccanti ragazze dei giorni nostri, Michela e Pamela sanno abbinare molto bene le fantasie letterarie della prima con i viaggi avventurosi della seconda, creando una ricetta dietro l'altra per nutrire storie che sanno fare scintille tra le pagine.

Ho pensato di aprire la rubrica “Assaggia un libro” che conterrà delle interviste mirate proprio a chi, come loro due, sa esprimere e raccontare davvero bene i sogni di carta prendendo spunto dalla realtà senza mai staccare i piedi da terra. Tra l'altro, detto tra noi, sono state proprio loro, molto carine e disponibili come sempre, a sostenermi nel progetto del nuovo blog e a darmi delle belle idee per l'apertura dello stesso.

Ciao a entrambe! Come state? Vorrei cominciare col chiedervi come state trascorrendo questo autunno e quale paesaggio siete solite ammirare, ogni volta che sollevate lo sguardo in direzione della finestra.

MICHELA:

Ciao e grazie per averci ospitate! In bocca al lupo per il tuo blog.

Dopo essere stata una vera ragazza di città per anni, da qualche tempo mi sono trasferita in un piccolo paesino medioevale sul Lago Maggiore. Qui i ritmi sono molto più dolci e il paesaggio è fatto di cortili di sanpietrini, case di pietra e colline che degradano verso l’acqua. Mi bastano pochi passi per addentrarmi nel bosco, dove faccio spesso passeggiate insieme alle mie due cagnoline. Scrivo, telelavoro e sto con la mia famiglia.

PAMELA:

L’autunno a Lanzarote non ha foglie che cadono né i colori tipici della natura che si addormenta che la vista conosce in Italia. Arrivano le piogge e l'isola fiorisce. Sulla terra nera, bruciata dal sole, spuntano le piante. È come se in questi mesi qui arrivasse la primavera. Come molti di noi, sto trascorrendo tanto tempo in casa. Scrivo, lavoro, cucino…



Voi siete scrittrici che si sono fatte conoscere per l'intraprendenza maturata negli anni con l'ideazione e la stesura di storie che sono sempre molto piccanti (ecco che rientra nel quadro il famoso “peperoncino”!) in qualunque contesto si svolga una storia e soprattutto in qualunque epoca. Come è nata l'idea dell'ingrediente piccante per le vostre storie?

MICHELA:

In modo del tutto spontaneo. Crediamo che la passione sia parte integrante dell’amore tra due persone e che non si possa raccontare appieno il rapporto che si viene a creare tra due personaggi senza affrontare anche il lato sensuale.

L’amore carnale è sempre esistito, anche nelle epoche passate: proprio le tante regole volte a censurarlo o a limitarlo provano come, in realtà, sia impossibile per l’essere umano cancellare il desiderio.

PAMELA:

Insomma, ci piace proporre il lato piccante dell’esistenza!

 

Raccontatemi ora un genere letterario, un piatto e una ricetta nei quali il peperoncino non dovrebbe mai mancare.

MICHELA:

Come genere letterario cito proprio quello che scriviamo, il romance. Anche da lettrice non mi piacciono molto le storie in cui “ci si ferma sulla porta della camera da letto”.

Un piatto che amo cucinare con tanto peperoncino è il chili: lo preparo spesso, la ricetta varia ogni volta a seconda dell’estro, ma di solito utilizzo pomodoro, cipolla, ceci, mais e fagioli rossi uniti a tante spezie. Non solo peperoncino, ma anche curcuma e curry, che scaldano e colorano. Non impiego mai carne, perché da anni sia io sia mio figlio siamo vegetariani.

PAMELA:

Come dice Michela, il romance, assolutamente. E se vuoi una ricetta piccante, per me è senza dubbio un classico piatto di spaghetti aglio, olio e peperoncino! Non si sbaglia mai.


Che cosa ricordate della vostra prima pubblicazione insieme?

MICHELA:

Le risate. Ci siamo divertite moltissimo e tutto è stato così spontaneo e naturale da spingerci a continuare a scrivere insieme.

PAMELA:

L'assoluta sintonia, le risate, le ore al telefono, le presentazioni insieme.


Qual è la sensazione più bella che vi ha trasmesso la scrittura in tutti questi anni?

MICHELA:

L’amicizia. Scrivere è un mestiere solitario, ma io ho trovato una compagna di marachelle e anche le difficoltà si affrontano con il sorriso. L’altra sensazione stupenda della scrittura è poter offrire alle lettrici un momento di evasione, di sogno. Quando qualcuno ci scrive che, grazie alle nostre storie, ha dimenticato i propri problemi, per me è un’emozione indescrivibile.

PAMELA:

Le parole delle lettrici, senza dubbio. Quando qualcuno dimostra affetto verso i nostri libri, i personaggi e persino verso di noi è davvero toccante.

Regalare un sogno, un momento di evasione alle persone, un attimo di magia… è il lavoro più bello che si possa fare.


Nella vostra carriera vi siete distinte per aver sperimentato le esperienze più diverse con editori, con pubblicazioni, con iniziative e avventure letterarie di ampio respiro. Quale, secondo voi, è maggiormente degna di nota e va sempre ricordata?

MICHELA:

Ogni esperienza ha la sua importanza e rappresenta un momento di crescita. Fanno tutte parte di un cammino, sono un tassello di una carriera e non rinneghiamo neppure gli errori.

Quella più degna di nota… Non è ancora arrivata, perché noi miriamo sempre a fare meglio, a dare di più.

PAMELA:

Esatto, come dice Michela, siamo sempre in marcia verso grandi obiettivi. Puntiamo alto, e mettiamo tutte noi stesse nel cammino.

 

Quanti libri avete scritto in coppia e come è nata l'idea di scrivere poi sempre insieme?

MICHELA:

Abbiamo pubblicato in coppia 17 romanzi e il diciottesimo è già pronto. Non so come sia nata l’idea di scrivere sempre insieme, forse non è neppure stata una decisione cosciente. Semplicemente, abbiamo iniziato ad avere tanti progetti insieme e a continuare a sognarne di nuovi.

PAMELA:

Ci siamo trovate e non ci lasceremo. Quando si riconosce l'affinità non ci si può tirare indietro. E poi ci divertiamo troppo insieme!


Qual è la pubblicazione sulla quale tornereste volentieri per cambiare qualcosa nella trama o nel modo in cui è stata proposta al pubblico?

MICHELA:

Per l’anno appena iniziato, abbiamo in programma proprio la riscrittura di una storia, ma non possiamo dire di più.

PAMELA:

Ma sarà una sorpresa scoppiettante e piccantina!


Quale è stata, invece, la pubblicazione più soddisfacente di tutte, dopo un particolare impegno nella creazione della storia o per maggiore fatica nella sua realizzazione?

MICHELA:

Credo che la storia di cui siamo più soddisfatte sia “L’angelo e la Tigre”. Non solo per la straordinaria accoglienza che ha avuto da parte delle lettrici, ma perché noi stesse abbiamo finito con il trovarci davvero coinvolte dalla sensualità di Raphael e dalla dolcezza di Caroline.

PAMELA:

E aggiungerei “Hot In Kilt”, il nostro record di permanenza nella top100 di Amazon: ben nove settimane e mezzo.


Voi siete molto social, allora raccontateci dove i vostri estimatori e lettori possono trovarvi e come seguirvi con più assiduità!

PAMELA:

Siamo praticamente ovunque! Ci potete trovare su Facebook come Pamela Boiocchi e Michela Piazza, e con la nostra pagina Amori al Peperoncino.

Su Instagram e Tiktok siamo pamelapeperoncina e michelapeperoncina e ovviamente trovate anche amorialpeperoncino, come su Twitter e Pinterest.

MICHELA:

Passate a trovarci, ci piace tantissimo restare in contatto con le lettrici!

 

Grazie per aver accettato questa intervista e spero di aver raccontato anche il lato piccante della vostra vita. 

Michela Piazza e Pamela Boiocchi hanno un sito ufficiale che potete visitare.

Official web site: http://www.amorialpeperoncino.com/   

NEWS

Super occasione per tutti voi!

Per scaricare un loro romance gratis, iscrivetevi alla newletter del sito e cliccate qui: https://www.amorialpeperoncino.com/free-download/

 

Tiziana

Commenti